Print Friendly

Prevenzione della Ludopatia

“ Prevenzione della Ludopatia”
Coordinatori:

Leopoldo Ruggiero 
e mail: leopoldoruggiero@libero.it

Vincenzo Leone
leonevincenzo@live.it
leonevincenzo@emmanuel.it

OBIETTIVO

Il lavoro che il gruppo si propone è quello di “ PREDISPORRE UN PROGETTO PER CAMPAGNE DI PREVENZIONE PRIMARIA DELLA MALATTIA DA GIOCO D’AZZARDO NEGLI ADOLESCENTI“ , da diffondere nelle Scuole del Territorio Nazionale, con modalità organizzative e strumenti didattici concordi.
L’obiettivo è quello di informare/educare i ragazzi riguardo i possibili rischi per la salute fisica, psichica e sociale connessi alle abitudini per il gioco d’azzardo incontrollato, in casa e fuori casa, incrementare le loro conoscenze in merito alle peculiarità delle attività di gioco d’azzardo, sviluppare in loro una coscienza critica circa le effettive possibilità di vincita.
L’attività del sottogruppo di studio si svolgerà anche attraverso l’elaborazione di materiale didattico ed informativo (cartaceo ed elettronico) indirizzato ai genitori, agli insegnanti ed ai ragazzi e di questionari per la valutazione dell’efficacia della prevenzione.

 

HANNO ADERITO:

Piernicola Garofalo (Palermo) piernicolagarofalo@alice.it
Vincenzo De Sanctis (Ferrara) vdesanctis@libero.it
Salvatore Chiavetta (Palermo) chiavetta@alice.it
Maurizio Tucci (Milano) maurizio_tucci@alice.it
Serenella Castronuovo (Roma) serenella.castronuovo@gmail.com
Savino Pesce (Bari) pscsbn@gmail.com
Marucci Simonetta (Perugia) simonetta.marucci@libero.it
De Luca Giampaolo (Cosenza) giampaolo60@libero.it
Migliardi Aldo (Roma) aldomigliaridi@tiscali.it
Annunziata Marra (Lecce) annunziatamarra@virgilio.it
Rosalba Trabalzini (Roma) rosalba.trabalzini@gmail.com / r.trabalzini@guidagenitori.it
Carla Lardone (Napoli) lardonecarla@libero.it
Vincenzo Magliulo (Napoli) dottvm@libero.it / dottum@libero.it
Giuseppe Pulito (Brindisi) pulitog@libero.it

Ulteriori adesioni al gruppo potranno essere comunicate via mail al dott. Leopodo Ruggiero (Lecce)leopoldoruggiero@libero.it

 

PREVENZIONE DELLA MALATTIA DA GIOCO D’AZZARDO NEGLI ADOLESCENTI

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO SIMA:

Riporto di seguito un documento redatto anche sulla base dei risultati del dibattito tenutosi a Roma durante il Corso Nazionale SIMA del 29 novembre 2014 sul “pathological gambling”.

Si tratta di un canovaccio, una sorta di linea di indirizzo, per il Gruppo di Studio, allo scopo di predisporre azioni omogenee (quindi tra loro confrontabili) e strumenti operativi (didattici, statistici, ecc.) comuni per tutte le iniziative della SIMA sul “pathological gambling”, nelle varie fasi di elaborazione del progetto e poi in vari momenti di attuazione pratica presso le Scuole , nelle macroaree geografiche SIMA.

 

OBIETTIVO : creare una sana cultura del gioco, del divertimento e della socializzazione, tramite capillare informazione circa i rischi connessi all’abitudine prolungata e esagerata per il gioco, illudente di facili guadagni, che può nascondere il germe della malattia ossessiva da dipendenza.

1) SOGGETTI PROMOTORI:
Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (SIMA) in collaborazione con Società Scientifiche, Istituzioni Pubbliche e Private, Organizzazioni del Privato Sociale operanti “per la difesa della Salute”

2) POPOLAZIONE TARGET
Scuola media inferiore (11-14 anni) (1^ 2^ 3^ media)
Partecipazione di insegnanti e genitori

3) LA LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICA
INTERESSAMENTO DELLE MACROAREE (SIMA) (identificate con uno o più referenti per ogni area), per lo svolgimento delle campagne di prevenzione al NORD, al CENTRO, al SUD e ISOLE

4) DURATA
Anno scolastico

5) ATTORI – SOGGETTO ATTUATORE :
TASK FORCE TARGATA SIMA. Durante il dibattito è emersa la caratteristica di multi -professionalità e pluri -competenza del Gruppo d’Azione:
Medico pediatra , medico generalista, Adolescentologo (esperti nel settore G.A.P.) , Psicologo (“esperto” sul G.A.P.), Pedagogista, Pedagogo (educatori, insegnanti ecc), Avvocato, Genitore, Studente, Giornalista, Testimonial, Mediatore culturale, altri.

6) AZIONI
Le azioni si svilupperanno in due fasi:
(a) La prima fase di preparazione di strumenti didattici (opuscoli, slides , video o altro) a cura del Gruppo di Studio SIMA o adozione di materiale informativo già pubblicato e validato scientificamente,
(b) la seconda fase presso le scuole, di didattica vera e propria e di dialogo con gli studenti.

Per quanto riguarda la didattica si favoriranno incontri preliminari con genitori e docenti e successivi meeting con gli studenti della durata al massimo di tre ore, utilizzando sia la tipologia tradizionale dell’ insegnamento frontale, ma anche interattività, role playing , testimonianze, peer education.

Particolare impegno del Gruppo di Studio sarà rivolto alla redazione dei questionari (pre-test; post-test, test di follow up a distanza di un anno) da somministrare agli studenti per la verifica dell’efficacia delle campagne di prevenzione .

Il questionario elaborato con parole semplici eplorerà tre aree:
- apprendimento,
- autovalutazione del comportamento,
- gradimento (customer satisfaction)
ed in ultimo verrà riservata un’ “Area libera” per suggerimenti o osservazioni da parte degli studenti.

Auspicando che il lavoro iniziato a Roma prosegua alacremente ed in attesa di vostri riscontri, osservazioni , idee , sperando anche in prossime occasioni di incontro, vi saluto caramente,

Dino

Leopoldo Ruggiero
Pediatra – già Consigliere SIMA
cell 336 519433
e mail leopoldoruggiero@libero.it
Via Imperatore Adriano 46
73100 Lecce